Ambositra garanzia di una visita artistica e culturale

Rimanete ancora lungo la RN 7 che trabocca di curiosità tanto naturali quanto culturali. Fate una sosta ad Ambositra per conoscere meglio l'artigianato malgascio, soprattutto l'arte di manipolare il legno. Situato a circa 250 chilometri da Antananarivo e ad un centinaio di chilometri da Antsirabe, la capitale nazionale dell'artigianato merita una visita durante il vostro viaggio in Madagascar. Passandovi, conoscete gli Zafimaniry, un’etnia Betsileo che ha saputo passarsi il mestiere di scultore generazione dopo generazione.

Gli Zafimaniry e la scultura del legno

Autentici artigiani dell'intarsio malgascio, gli Zafimaniry fanno parlare di sé nei mercati artigianali dell'isola, e anche all'estero. Le loro opere, facilmente riconoscibili dalle loro forme geometriche, sono modellate in laboratori tradizionali che si possono visitare nel villaggio di Antoetra durante il vostro soggiorno. Legno di ebano, legno di rosa e finanche il palissandro costituiscono le loro materie prime. Il prodotto finito, sotto forma di oggetto di decorazione, di figurine, di quadri così come di giochi di società, seduce molti. La città è  conosciuta anche per i suoi prodotti di industria del vimini e di vasellame.

Ambositra,  culturale a pieno titolo

Oltre all'artigianato, risveglia la curiosità dei suoi visitatori anche il lato culturale di Ambositra. Se avete la fortuna di passare tra i mesi di agosto e settembre, avrete l'opportunità di assistere alla cerimonia di Famadihana o riesumazione dei morti. L'avvenimento è arricchito da uno spettacolo di canto tradizionale che viene chiamato « Hira gasy », così come da una competizione sportiva tipica del paese chiamata « Savika ». Come alternativa, potete programmare un'escursione al palazzo reale dell'ultimo Re della città, chiamato « Mpanalina ». Il palazzo si trova a circa 6 chilometri dal centro della città e permette agli appassionati di storia di imparare delle nozioni sulla monarchia Betsileo.